Autostrade per l’Italia e imprese appaltatrici a confronto per una Safety Vision comune

Diacademyaspi

Autostrade per l’Italia e imprese appaltatrici a confronto per una Safety Vision comune

Autostrade per l’Italia e imprese appaltatrici a confronto per una Safety Vision comune

Si è svolto lo scorso 20 marzo a Villa Fassini il workshop “Our Safety Vision” nell’ambito del progetto Safety Academy Autostrade per l’Italia finalizzato a dare supporto alle imprese affidatarie di lavori, forniture o servizi di Autostrade per l’Italia, nel processo di miglioramento della prevenzione nel campo della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Con questo evento, le aziende che effettuano attività sulla rete autostradale si sono potute confrontare con Autostrade sui temi della salute e sicurezza dei lavoratori e ricevere informazioni su come partecipare alle iniziative, gratuite per le imprese, previste dalla Safety Academy.

Ha aperto i lavori Guglielmo Ducci, Responsabile HSE di Autostrade per l’Italia, sottolineando quanto sia importante lavorare in sicurezza. L’obiettivo della Safety Academy è aiutare le aziende ad avere migliori performance nella prevenzione della salute dei loro dipendenti. Il progetto, nato nel 2011 e giunto alla sua seconda edizione, è sviluppato da Autostrade in maniera volontaria e gratuita per tutte le imprese, con l’intento di mantenere i bassi indici infortunistici registrati da anni e continuare nella costruzione di una solida cultura della sicurezza.

Roberto Tomasi, Condirettore Generale delle Nuove Opere di Aspi ha evidenziato che per raggiungere questo risultato è opportuno continuare a lavorare su tre punti fondamentali: l’impegno del vertice aziendale unito al corretto utilizzo degli strumenti gestionali e alla capacità di lavorare quotidianamente sul concetto della cultura da trasmettere a tutti i lavoratori.

Il rispetto delle regole è stato il punto su cui è intervenuto anche Paolo Berti, Direttore Centrale Operations ASPI, che ha rimarcato come le persone che effettuano la manutenzione della rete operino in presenza di traffico ed anche una piccola distrazione può essere fatale. Le regole vanno rispettate, e migliorate quando necessario, sempre, con l’aiuto di tutti.

Sulla stessa linea anche l’intervento di Michele Donferri, Direttore Maintenance ed Investimenti in Esercizio, che ha sottolineato l’importanza di iniziative come queste, volte a sviluppare la cultura della Sicurezza nelle Imprese appaltatrici, e nel contempo anche controllare e contabilizzare gli oneri della Sicurezza affinché siano realizzate completamente le previsioni del Piano di Sicurezza e Coordinamento dell’appalto.

Infine Gianpiero Giacardi, Direttore Centrale Risorse, ha espresso il suo apprezzamento per la ripresa della Safety Academy ed ha evidenziato l’importanza del rapporto quotidiano tra collaboratore e capo sul tema della sicurezza sul lavoro. In questa direzione risultano buone pratiche quelle di prestare attenzione ai comportamenti lavorativi dei collaboratori, di sensibilizzare all’uso dei mezzi protettivi ed al rispetto delle disposizioni per lavorare in sicurezza, di valutare i possibili miglioramenti rispetto a cosa si fa attualmente.

Il workshop si è concluso con gli interventi di Raffaele Santoro di Infor Group (società del Gruppo de Pasquale che affianca Autostrade nella realizzazione della Safety Academy) e di Paolo Nicassio di Autostrade per l’Italia, i quali, in qualità di Referenti Tecnici della Safety Academy, hanno illustrato le singole iniziative alle quali le imprese possono partecipare in forma totalmente gratuita.

Le iniziative comprendono corsi di formazione formatori, sulla leadership nella sicurezza e sui sistemi di gestione, incontri con i lavoratori sul valore della sicurezza (Safety Walk) e servizi di assistenza per l’ottenimento di finanziamenti a supporto del miglioramento della sicurezza in azienda.

Le imprese presenti, rappresentate dai titolari, amministratori delegati, direttori tecnici ed RSPP, hanno avuto modo di esprimere il proprio feedback e le proprie preferenze per i singoli servizi, dando di fatto inizio ad una collaborazione che durerà per tutto il 2018 e che vedrà impegnati, insieme, Committente e Appaltatore nel raggiungimento di un risultato possibile: la sicurezza come leva per migliorare il lavoro di tutti, cioè la sicurezza come cultura.

Info sull'autore

academyaspi administrator

Commenta